“L’ultimo volo di un gabbiano” di Vittorio Nazionale

F.S.18

Nella Riserva naturale Borsacchio aleggia anche la poetica di Vittorio Nazionale, pescatore e padre del giornalista Lino Nazionale.

Grande Vittorio, ambientalista e mio amico da tanti anni, è un onore per me pubblicare nel mio portale una delle tue bellissime poesie:

L’ULTIMO VOLO DI UN GABBIANO

Eri tu, il Gabbiano

mio angelo custode.

All’Alba, ogni mattino

mi seguivi a pesca, in Mare.

Con te, io parlavo… “Cocò!”

così ti chiamavo

e ad ogni pesciolino che ti davo

battevi le ali.

Se il cielo grigio, oscuro,

appariva minaccioso all’orizzonte

sulla barca ti posavi

e con me restavi

tra le onde schiumose sbuffate dal Vento.

Con te, mi sentivo forte

ed insieme felici si rientrava in porto.

Poi un triste, brutto mattino,

qualcuno ignobile col fucile

t’ha colpito a morte…

e freddo sulla barca

t’ho trovato a poppa.

Con dolore, fisso t’ho guardato,

dolcemente accarezzato…

Poi come per incanto,

maestoso in volo ti sei elevato,

e sempre, sempre più in alto sei volato

fino a scomparire…Lassù…

nell’azzurro infinito Cielo.

“Addio Cocò…”

ho gridato io.

Era l’ultimo volo del Gabbiano mio.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorised. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.