Dal libro “La storia di Roseto e della riserva naturale Borsacchio”

F.S.44F.S.41 bis

… E mentre dilaga l’antipolitica, a livello nazionale e locale, mi tornano in mente le parole ammonitrici del filosofo Dario Antiseri, vincitore del Premio Internazionale alla Libertà: “I politici, o meglio la gran parte di essi, vengono considerati, oltre che con distacco, con disprezzo, e sono sempre più percepiti come un ceto trasversale di privilegiati… E’ così che, se si continuerà ad andare su questa strada, i cittadini si allontaneranno dalla vita dei partiti, crescerà la sfiducia nelle Istituzioni. E senza regole accettate, condivise e difese, la democrazia deperisce, la società si trasforma in una giungla, dove bande di predoni attrezzati, e i loro servi del momento, la faranno da padroni”.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorised. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.