Comunicato dell’Ass.ne Carrozzine Determinate inviato al Comitato “Salviamo via Colombo”

Associazione Carrozzine determinate 30-03-2016

Sui lavori di riqualificazione, che stanno interessando la Via Cristoforo Colombo di Roseto degli Abruzzi, si è reso necessario il nostro intervento.

E auspichiamo che i lavori vengano sospesi per ripensare il progetto, affinchè tenga conto delle problematiche inerenti la sicurezza e l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Purtroppo non vi è stata l’opportunità di consultare il progetto, ma riteniamo sia estremamente sbagliato e pericoloso eliminare un marciapiede molto largo, comodo e sicuro, al fine di sostituirlo con un percorso pedonale a livello strada, nel quale le auto affiancherebbero i pedoni.

Inoltre rileviamo che la presenza di un parcheggio “a pettine” obbligherebbe le auto ad ampliare il loro raggio di manovra per l’ingresso-uscita dallo stesso, costringendo, quelle in percorrenza sulla Via Colombo, ad effettuare pericolose gincane con il rischio di investimento dei pedoni.

Abbiamo appreso che verrà realizzato un percorso pedonale con apposita segnaletica a terra, usufruibile anche dalle persone con disabilità.

Molte domande sorgono spontanee…

Significa che verranno create piste tattili per garantire autonomia a ipovedenti o a non vedenti? Che sarà garantito l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo, come prescritto dalla normativa vigente D.P.R. 503/1996, D.M. 236/1989?

Che, dunque, ci ritroveremo a contatto diretto con le auto, perché non è previsto nessun rialzo per la sicurezza?

E il percorso pedonale sarà costruito con pavimentazione diversa dall’asfalto?

Sarà largo almeno m. 1,50 come stabilisce il D.M.05/11/2001?

Se così non fosse, cosa accadrà qualora due carrozzine provengano da parti opposte?

Dovranno percorrere la carreggiata delle auto, con notevoli rischi per la propria incolumità, per poter passare?

Rileviamo inoltre che sul lato ovest sono previsti parcheggi a pettine a raso in prato, con il prevedibile rischio che le carrozzine sprofondino nelle piastrelle incastonate nella terra.

Ricordiamo, in merito, che il D.P.R. 236/89 impone l’obbligo della scelta qualitativa dei materiali proprio per garantire l’accessibilità e l’indipendenza.

La scelta accurata del materiale è pertanto essenziale per evitare di costituire delle barriere, e per garantire sicurezza per tutti, anche per i bambini e mamme con passeggino.

Abbiamo anche appreso che verranno installati parcheggi per persone con disabilità.

Ricordiamo al Sindaco che non trattasi di gentile concessione, ma è dovuto per legge!

Addì, 29 marzo 2016

Claudio Ferrante, Presidente dell’Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorised. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.