A Roseto la distruzione del Creato perseguita dal Sindaco e dall’Assessore all’Ambiente

e la risposta dei candidati Sindaci, dei cittadini e delle Associazioni……

foto di Franco Sbrolla.
Sulla scia di tre candidati Sindaci, tantissimi cittadini, e tante Associazioni, hanno fatto sentire la loro voce contro il progetto ideato dal Sindaco Pavone e dall’Assessore Fornaciari.
Che dopo la mattanza dei pini del Parco Bixio, vogliono abbattere anche gli alberi di via Colombo.
In totale dissonanza con l’Enciclica Laudato Sì’, indirizzata all’intera umanità dal Papa Francesco, che si è così espresso:
“E’ ammirevole la creatività e la generosità di persone e gruppi che sono capaci di ribaltare i limiti dell’ambiente. Insieme al patrimonio naturale, vi è un patrimonio storico e culturale, ugualmente minacciato. Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?”.
Sullo stesso tema , lo scrittore Elèmire Zolla, nel libro Lo Stupore Infantile, riporta l’immenso fascino del nostro mare, pur esso in sofferenza in quanto contaminato dalle trivelle e dai rifiuti tossici, e il suo eterno fluire, lo sconfinato orizzonte, la musicalità del frusciare o l’impeto violento degli schianti delle onde”.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorised. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.